Il TC88, per esteso HD Twin Cam 1450, è la naturale evoluzione del famoso BT -EVO 1340, protagonista della rinascita del marchio HD negli anni 90 a cui tutti gli Harleysti sono affezionati.
Quali sono le differenze fondamentali tra i due?
Partiamo dalla sua sigla, Twin Cam,  significa doppia cam, ma perché doppia? Perché sdoppiando le cam le aste e quindi tutta la distribuzione lavorano con un angolo di inclinazione meno estremo , che significa meno usura e motore più longevo.
La corsa del motore è stata “accorciata” e l’alesaggio aumentato, creando quindi un Big Bore, che in parole povere e tecniche, significa che gira più alto con meno fatica, ma soprattutto con meno usura dato una velocità lineare del pistone più bassa.
La lubrificazione è riprogettata completamente:
1) Pompa dell’olio dentro il vano delle cam azionata direttamente dall’albero motore,
2) Filtro dell’olio non più sul ritorno ma sulla mandata, e questo significa olio pulito in circolazione,
3) Incrementata la portata e la il ritorno dato che il motore HD lavora in carter secco,
4) Aggiunti spruzzatori che lubrificano e raffreddano da sotto il cielo del pistone e le bronzine della biella.
Fin qui tutto magnifico, però c’è il rovescio della medaglia!!!
Il movimento degl’alberi a cam/ motore è trasmesso da due catene, che sono mantenute in tensione da due pattini a molla. Ora questi pattini hanno un’usura che va controllata periodicamente e scrupolosamente!!
Perché è così importante? Perché quando il pattino si consuma troppo si disintegra, i detriti cadono dentro il carter, vengono aspirati dalla pompa dell’olio danneggiandola irreversibilmente e la mancanza di lubrificazione fa il resto del danno, in genere rovina le cam, la piastra, i cilindri ed i pistoni.

Purtroppo in questi casi il verdetto è uno solo: rifare il motore!
La manutenzione di questa parte del motore va eseguita sostituendo i componenti esistenti , oppure applicando soluzioni diverse.
S&S Cycle propone la sua linea di alberi a cam con ingranaggi al posto delle catene, tradotto una distribuzione eterna e senza manutenzione, ma un pochino rumorosa quando il motore è caldo.
Un’altra soluzione è la conversione al nuovo sistema idraulico dell’ultima generazione, prodotti dalla SCREAMIN EAGLES, FEULING ENGINEERING e dalla stessa S&S CYCLE
Quale la soluzione migliore?
Io consiglio la distribuzione ad ingranaggi, perché risolve il problema definitivamente ed inoltre, cambiando le cam, permette di dare un po’ di birra al motore o mantenere le caratteristiche originali.

Joe Drago

/LM