…….ma non il vizio!!
Eee si…non di lupi ma qui parliamo proprio di volpi, soggetti convinti di essere i più furbi del mondo che fanno del metterlo in quel posto agli altri, la loro ragione di vita, io probabilmente sarò l’ultimo dei pirla ma su certe cose ho tolleranza ZERO!

Sono già passati quasi trent’anni da quando ho iniziato a lavorare sulle Harley-Davidson in modo professionale….. ed in tanti anni, credetemi sulla parola, ho visto cose che voi umani neanche potete immaginare…
Tutti all’improvviso sono diventati customizer…il lavamacchine, il salumiere, il fabbro, insomma chiunque poteva aprire un’officina o un negozio senza avere non dico scienza ma la benché minima conoscenza della meccanica e soprattutto applicata alle Harley, che per chi ne capisce un minimo, sappiamo essere un mondo a parte.
Questi personaggi hanno fatto i peggiori disastri, in quattro e quattr’otto hanno distrutto questo settore, perché è noto che chi non ha capacità e valori etici dalla sua, si fa strada denigrando la reputazione e professionalità di chi ha sempre lavorato seriamente, garantendo il proprio lavoro ed investendo nella propria attività soldi e fatica.
Oggi le cose sono un po’ cambiate, è vero, fortunatamente ci vuole un’abilitazione professionale, dei locali preposti a queste attività e quindi il cliente è un po’ tutelato, ma resta sempre in balia dell’approssimazione e del un “tot al chilo”, pertanto è necessario tenere gli occhi aperti e autodifendersi!
Quando ci si rivolge ad una nuova officina bisogna fare attenzione ad alcuni aspetti, perchè ci sono delle regole non scritte che ti raccontano la sua storia:
1) L’ordine e la pulizia in officina sono FONDAMENTALI!! Avere cura e rispetto del posto di lavoro significa che lo avranno anche per la tua moto;
2) Le attrezzature sono altrettanto importanti, non investire denaro nella propria attività, acquistando materiale da lavoro di qualità o quantomeno necessario per lavorare in sicurezza sia per l’operatore che per la buona riuscita dei lavori, è controproducente e da stupidi. Bisogna avere sempre i ferri in buono stato, altrimenti ti trovi le viti ed i bulloni rovinati perché questi “meccanici improvvisati” usano chiavi consumate oppure scadenti, alcune volte addirittura della misura sbagliata ( metriche invece che pollici ) quindi stare molto attenti perché questo capita soprattutto nelle officine che fanno tutto, tanto una moto è una moto!!
Con grande sorpresa e rammarico mi è capitato di visitare l’officina di un collega che ha da poco allargato il suo campo anche alle Harley!!… Un posto scandaloso…moto di tutti i generi stipate in ogni buco senza cura, come fosse un rottamaio, le attrezzature? in condizioni pietose.. non c’erano due cacciaviti della stessa marca, ma la cosa peggiore era lo stato, sembravano più dei punteruoli e non parliamo delle chiavi…sulla cui descrizione stendo un velo pietoso!
Ecco, a questo tipo di officina non bisogna mai rivolgersi, perché dai professionisti si pagherà forse qualcosa in più, ma la qualità del lavoro che si riceve è sempre il massimo!!
E per oggi un sasso dalla scarpa me lo son levato! Ci riaggiorniamo al prossimo.

Joe Drago
/LM